Trasferirsi in Svizzera

Trasferirsi in Svizzera: tutto quello che devi sapere

Moltissimi italiani decidono, per motivi differenti, di trasferirsi in Svizzera. In questo Paese, infatti, le opportunità professionali e personali sono davvero tante e la qualità di vita è sicuramente molto alta rispetto alla media. Non esista, sostanzialmente, disoccupazione e gli stipendi sono molto più elevati rispetto a quelli erogati in Italia. 

Oltre a ciò, in alcune zone della Svizzera si parla l’italiano: questo rende l’ambientamento ancor più rapido ed efficace per gli italiani che vi si trasferiscono. Sorge spontaneo chiedersi come mai un paese così vicino all’Italia non conosca affatto la crisi economica e offra un tenore di vita così alto. Vediamo nello specifico, cosa è indispensabile per potersi trasferire in Svizzera.

Documenti necessari e permessi di dimora

Chi desidera trasferirsi in Svizzera può presentare entro 14 giorni dall’arrivo nel Paese la domanda del permesso di soggiorno all’ufficio immigrazione. Ad accompagnare la domanda, ovviamente, bisogna presentare anche la propria carta d’identità o passaporto, una copia del contratto d’affitto e quello di lavoro, e infine una foto tessera.

A questo punto, verrà assegnato un permesso di dimora, che a seconda dei casi, può avere caratteristiche differenti. Ad esempio, il permesso L è adatto a chi deve restare in Svizzera per meno di un anno, il permesso B dura, invece, 5 anni, poi c’è il permesso C che viene assegnato a chi ha vissuto in Svizzera per almeno 5 o 10 anni, infine c’è il permesso G riservato ai frontalieri che hanno la residenza nelle zone di confine e svolgono un’attività lavorativa in Svizzera.

Come funziona l’assicurazione malattie?

Per chi decide di trasferirsi in Svizzera è fondamentale tener conto dei costi relativi alle assicurazioni contro le malattie. Entro e non oltre i 3 mesi di permanenza nel Paese, infatti, vige l’obbligo di assicurarsi presso una cassa malati. È possibile trovare tutte le informazioni necessarie sul sito internet https://cassamalati24.ch/, dove viene spiegato il tutto in maniera chiara ed efficiente.

L’unica eccezione viene fatta per i frontalieri, che non sono obbligati ad assicurarsi in Svizzera, ma possono scegliere di farlo liberamente nel paese in cui risiedono.

Migliori città svizzere in cui trasferirsi

Anche se tutta la Svizzera offre opportunità e possibilità migliori rispetto a quelle italiane, ci sono in particolare alcune città dove lo stile e il tenore di vita sono sicuramente tra i migliori. Ginevra, ad esempio, è la città che offre una qualità di vita ottimale, ma bisogna considerare che è anche quella dove il costo della vita è parecchio elevato.

Zurigo è la città svizzera dove è possibile trovare lavoro più facilmente, ci sono ogni anno, infatti, tantissime nuove assunzioni in aziende e attività locali. Questo ha provocato un notevole rialzo dei prezzi relativi agli alloggi, gli affitti, infatti, arrivano a costare anche 2000 CHF, paragonabili a circa 1820 euro.

Ovviamente, le valutazioni da fare prima di scegliere la città svizzera in cui trasferirsi, sono legate principalmente all’entità degli stipendi. Come abbiamo già accennato, in Svizzera gli stipendi sono molto elevati e si equilibrano perfettamente al tenore e allo stile di vita che offre l’intero paese.

About the author

Redazione

View all posts